Prossimi Eventi
in programmazione
image

Parrocchia San Giuseppe

Questa chiesa, anticamente intitolata alla sacra Famiglia, venne edificata ad opera del principe Antonino Giuseppe Riggio Saladino sposo della baronessa Anna Maria Statella Paternò, dopo il terremoto del 1693. Essa veniva utilizzata come chiesetta di famiglia nel loro feudo di Melinventre, dove si recavano spesso nei giorni di sole, pur dimorando nella città di Aci Catena. Dunque era un modo per usufruire anche della spiritualità divina nell'ascoltarvi la messa in questo piccolo e grazioso luogo di culto. In seguito alla fondazione di Catenanuova, completata nel 1736 proprio sul feudo di Melinventre, questa chiesetta doveva diventare la parrocchia del nascente paese, per volontà testamentaria della baronessa Anna Maria Statella, la quale indicava suo erede universale ed esecutore testamentario il figlio primogenito, Andrea Giuseppe Riggio principe della Catena.

Il principe dunque, nell'eseguire pienamente le volontà della defunta madre, chiese alla curia vescovile di Catania, il decreto che consentiva l'erezione a parrocchia. Il vescovo però, avrebbe accordato tale richiesta, solo dopo aver munito la chiesa di tutti quei suppellettili necessari per lo svolgimento delle funzioni religiose. Questo processo di adeguamento liturgico ad opera del principe, si concluse quando venne istituita come parrocchia il 18 marzo del 1738, durante la visita pastorale del sacerdote Ferdinando Sapuppo convisitatore del vescovo di Catania monsignor Pietro Galletti. Venne intitolata a san Giuseppe al quale i Riggio erano molto devoti; nello stesso giorno si istituì la prima congregazione di san Giuseppe e dunque la festa in onore del santo, e si insediò il primo parroco don Pietro Caristo.

Leggi tutta la storia

NOTIZIE

image

Lectio Divina del 24 Novembre 2016

Ascolta la Lectio Divina del 24 Novembre 2016

Continua a leggere
image

Lettera ai genitori 22 Novembre 2016

Caro papà, cara mamma, Vi scrivo perché Vi porto nel cuore, e come Vostro pastore, sento il dovere di richiamare alcune esortazioni che altre volte ho avuto la premura di rivolgere alla Vostra...

Continua a leggere
image

Omelia 02 Novembre 2016 - Commemorazione Defunti

Laudato sì, mi Signore, per sorella nostra morte corporale dalla quale nessun uomo può scappare. Il celebre inno di San Francesco d’Assisi esprime i due volti della morte che tutti sperimentiamo...

Continua a leggere